NUOVO OSPEDALE VISITA DEL VESCOVO



Nella foto: Il Vescovo di Pistoia Mansueto Bianchi con il Direttore Generale Roberto Abati

UN LIVELLO DI FUNZIONALITA’ E RAZIONALITA’ ELEVATO DOVE NON DOVRA’ ESSERE DIMENTICATA L’UMANITA'

Pistoia, 20 giugno 2013. Stamattina il Vescovo di Pistoia Mansueto Bianchi accompagnato dal direttore generale Roberto Abati ha visitato il Nuovo Ospedale di Pistoia. Al Vescovo sono state mostrate le caratteristiche maggiormente innovative della nuova struttura ospedaliera: pronto soccorso, terapie intensive, blocco operatorio e le degenze della pediatria.

Al sopralluogo erano anche presenti Stefano Soncini e Giovanni Cataldi, amministratore delegato e direttore operativo di Cosat e Sat, la Ditta costruttrice del concessionario, che hanno presentato al Vescovo, nel dettaglio, gli elementi impiantistici e tecnologici.

In visita al Nuovo Ospedale di Pistoia, mi è stato mostrato un livello di funzionalità e razionalità che appare elevato”, è stato il primo commento del Vescovo che ha aggiunto- “trattandosi di uno spazio dove le persone si affidano in stagioni di fragilità per essere curate, è necessario che l’intelaiatura strutturale sia sostenuta dalle ragioni di una umanità e di un’anima in tutti gli operatori, qualunque sia la loro funzione”.

 Il Vescovo ha inoltre sottolineato che oggi c’è fame di tecnologie, ma c’è anche fame e sete di giustizia e di umanità in funzione della dignità del malato. “Il mio augurio – ha detto - è che questo luogo riservi spazio adeguato per tutto questo: a servizio di uomini e donne che si confrontano con la malattia”.

Daniela Ponticelli, Ufficio Stampa

 



Ultimo aggiornamento: 21/06/13