D.Lgs 194/2008 AVVISO PER GLI OPERATORI DEL SETTORE ALIMENTARE

Dipartimento della Prevenzione

Unità Funzionale Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare

www.usl3.toscana.it       Responsabile Dott. Stefano Cantini - stefano.cantini@usl3.toscana.it

 


AVVISO PER GLI OPERATORI DEL SETTORE ALIMENTARE (O.S.A.)

Tariffe riscosse per i controlli sanitari ufficiali effettuati negli stabilimenti nazionali ai sensi del Regolamento (CE) 882/04

PAGAMENTO ENTRO GENNAIO DI OGNI ANNO

DELLA TARIFFA PREVISTA ALLA SEZIONE 6 ALLEGATO A DEL

D.lgs 194 del 19/11/2008 e S.M.I.

1 - CHI DEVE EFFETTUARE IL VERSAMENTO DELLE TARIFFE ANNUE

Il D. Lgs. 19/11/2008 n° 194 e s.m.i. dispone che debbano pagare la tariffa annua forfetaria gli Operatori del Settore Alimentare (OSA) soggetti a controllo ufficiale da parte delle autorità competenti che svolgono, con prevalente attività all'ingrosso, almeno una delle tipologie di attività indicate nella sezione 6  dell’allegato A del decreto.

Per attività prevalente all’ingrosso si intende una produzione e/o commercializzazione all’ingrosso superiore al 50% del fatturato annuo.

L’autorità competente per i controlli sanitari ufficiali per i comuni della Provincia di Pistoia è l’Unità Funzionale Sanità Pubblica Veterinaria e Sicurezza Alimentare (UF SPVSA) dell’Azienda USL 3 Pistoia.

 

2 - CHI NON DEVE EFFETTUARE IL VERSAMENTO DELLE TARIFFE ANNUE

Sono esclusi dal campo di applicazione del decreto, e pertanto non sono obbligati al pagamento della tariffa annua:

  • Gli Operatori del Settore Alimentare soggetti a controlli sanitari ufficiali ai sensi del Reg. (CE) 882/04 che svolgono attività non ricomprese nelle tipologie di stabilimenti di cui alla sezione 6 dell’allegato A del decreto
  • Le imprese alimentari con produzione e/o commercializzazione al dettaglio, ovvero destinata direttamente al consumatore finale, superiore al 50% del fatturato annuo
  • Gli imprenditori agricoli per l’esercizio delle attività di cui all’art. 2135 del codice civile qualora, per le attività di cui all'allegato A sezione 6, non superino i quantitativi indicati per la fascia produttiva annua A e B (art. 1 comma 3-bis D.Lgs. 194/08)

3 - MODALITA’ DI PAGAMENTO

Il versamento della tariffa di cui alla sezione 6 dell’allegato A del D.Lgs. 194/08 deve essere effettuato ogni anno entro 31 Gennaio dell’anno di riferimento mediante:

·      Bollettino di conto corrente postale n. 10947513

·     Banca Bonifico IBAN: IT64 T061 6002 8321 0000 0300 078 

  • Bonifico banco posta utilizzando il seguente IBAN IT47O0760113800000010947513

Il versamento deve essere intestato all’Azienda USL 3 Pistoia specificando nella causale il numero della richiesta di pagamento e l’anno di riferimento. L'attestazione di pagamento dovrà essere consegnata all’UF SPVSA (clicca per i recapiti).

Le Aziende USL della Toscana per calcolare tali tariffe utilizzano un’autodichiarazione trasmessa all’UF SPVSA dal titolare dell’impresa alimentare sul modello previsto dal Decreto Dirigenziale della Regione Toscana n. 1152 del 17/03/2010 (allegato F).

Per le imprese che non trasmettono l’autodichiarazione o non forniscono evidenza dell’appartenenza ad una delle fasce di produzione nei tempi previsti dalla Delibera della Giunta Regionale Toscana n. 1081 del 30/11/2009 verrà applicato quanto in essa previsto.

Gli OSA che sono stati censiti a tale scopo in banca dati della UF SPVSA riceveranno, entro il 30 novembre di ogni anno, all’indirizzo PEC dell'impresa o presso la sede legale, la richiesta di pagamento della tariffa con allegata la bolletta contenente sia la tipologia di attività che la fascia produttiva della propria impresa.

Attenzione! L’importo della tariffa dovuta sarà calcolato sulla base dell’ultima dichiarazione pervenuta. Pertanto, se sono intervenute delle variazioni rispetto ai dati forniti in precedenza, l’OSA dovrà inviare alla UF SPVSA (clicca per i recapiti) una nuova autodichiarazione in modo tempestivo, al fine di consentire il calcolo del nuovo importo dovuto per l'anno in corso e l’invio della comunicazione con l’importo corretto in tempi utili per consentire il rispetto della scadenza del pagamento.

4 - COSA FARE SE SI RIENTRA TRA LE IMPRESE SOGGETTE E NON SI RICEVE LA RICHIESTA DI PAGAMENTO

E' importante ricordare che il pagamento entro il 31 Gennaio dell’anno di riferimento delle tariffe previste alla sezione 6 dell’allegato A del D.Lgs. 194/08 è un obbligo di legge per tutte le imprese alimentari che sono soggette all'applicazione del decreto, a prescindere dal ricevimento o meno del modulo di autodichiarazione e/o della richiesta di pagamento inviata dall’Azienda USL.

Pertanto, gli OSA che svolgono un’attività ricompresa nelle tipologie di cui alla sezione 6 dell’allegato A che non ricevessero la richiesta di pagamento in tempo utile per rispettare la scadenza di legge, dovranno contattare l’UF SPVSA (clicca qui per i recapiti) e provvedere comunque al pagamento dell'importo entro il 31 Gennaio, auto-calcolandolo secondo i criteri indicati dalla normativa (clicca per calcolare l’importo).

 

5 - COSA ACCADE IN CASO DI MANCATO PAGAMENTO DELLA TARIFFA ENTRO LA SCADENZA DEL 31 GENNAIO

In caso di mancato o incompleto pagamento della tariffa da parte degli OSA nei tempi previsti dalla normativa si applicano le procedure per la riscossione coattiva e la maggiorazione dell’importo del 30% oltre gli interessi maturati nella misura legale (art. 10 comma 6 D.Lgs. 194/08).

 

6 - ALTRE INFORMAZIONI UTILI

Come compilare il modello di Autodichiarazione ai fini dell’applicazione del D.Lgs. 194/08

Come calcolare la tariffa annua prevista alla sezione 6 dell’allegato A del D.Lgs. 194/08

Chi contattare in caso di dubbi

Consulta la normativa di riferimento e le indicazioni applicative

Domande più frequenti



Ultimo aggiornamento: 11/10/16