Centro di coordinamento aziendale Salute e Medicina di Genere

Il concetto di medicina di genere nasce dall'idea che le differenze tra i sessi in termini di salute non sono legate esclusivamente alle peculiarità derivanti dalla caratterizzazione biologica dell'individuo e dalla sua funzione riproduttiva: con il termine "genere" (gender) infatti si intende sostituire le categorie "uomo" e "donna", definite in base a mere differenze biologiche, con un'accezione più ampia che include fattori ambientali, sociali, culturali e relazionali.
 
Il coordinamento per la Salute e la Medicina di Genere di Pistoia, fin dalla sua istituzione, si ispira ai principi di equità, personalizzazione e appropriatezza, al fine di garantire all’interno delle strutture sanitarie afferenti all’azienda la presa in carico della persona che tenga conto tra le altre variabili in un’ottica di genere.
 
OBIETTIVO GENERALE è implementare le conoscenze degli operatori, promuovendo la partecipazione e l’impegno sulle tematiche della salute di genere all'interno dei servizi socio-sanitari del nostro ambito territoriale. In tal senso il centro si è fa promotore di iniziative di ricerca, di interventi di miglioramento dei servizi, di interventi di promozione della medicina basata sulle evidenze sensibili al genere. 
 
AZIONI SPECIFICHE_In continuità con le attività degli anni precedenti, il Coordinamento di Pistoia intende continuare a:
? Analizzare a livello zonale la differenza di genere nelle procedure interventistiche dopo eventi cardiovascolari acuti, partendo dall’esame dei dati dei registri cardiologici e monitorando gli indicatori di salute in un’ottica di genere proposti dal Laboratorio MeS su questa tematica (percentuale di ricoverati per IMA STEMI con PTCA entro 48 ore, percentuale ricoverati per IMA NSTEMI con PTCA entro 96 ore);
 
  • Approfondire le motivazione che stanno alla base della differenza di prescrizione dei farmaci antidiabetici di nuova generazione e analizzare l’adesione agli adempimenti previsti dalle LG regionali per lo screening del diabete gestazionale (in collaborazione con ARS);
  • Favorire una cultura sanitaria di genere attraverso il maggiore coinvolgimento dei Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta;
  • Promuovere /partecipare ad eventi di informazione rivolta alla cittadinanza;
  • Sostenere momenti formativi sulla salute della donna, con il coinvolgimento dei professionisti afferenti all’area materno-infantile nell’ottica dell’integrazione dei percorsi ospedale-territorio;
  • Infine, in collaborazione con OTT, Il coordinamento di Pistoia continua il monitoraggio della ricerca in tema di “donazioni e trapianti in ottica di genere” partendo dai dati ottenuti dal gruppo di lavoro zonale nel biennio 2014-2015 (per questa linea di ricerca Pistoia costituisce il capofila del progetto a livello regionale).
Il coordinamento aziendale, nello svolgimento delle proprie attività si raccorda con il centro di coordinamento regionale.

Delibere Regionali di riferimento:

DGRT n. 144 del 24/02/2014 e DGRT n. 638 del 28/07/2014

DGRT n. 148 del 23/02/2015 e DGRT n. 1825 del 20/04/2015

DGRT n. 496 del 24/05/2016, DGRT n. 95 del 13/06/2016 e DGRT n. 1194 del 29/11/2016

 


Eventi 

Link 

Pubblicazioni

Normativa Regionale

Atti Aziendali

 


Ultimo aggiornamento: 23/01/17